Cronistoria


Cerca nel sito…



In libreria


I luoghi delle Triplici Cinte in Italia


Accademia Platonica


Accademia Platonica

PARIGI


La Chiesa di Saint-Jacques-du-Haut-Pas



La Chiesa di St-Jacques-du-Haut-Pas



La Chiesa di San Giacomo di Altopascio (in fr. Église Saint-Jacques-du-Haut-Pas) si trova nella città di Parigi, V Arrondissement, in rue Saint-Jacques n. 252. Essa sorge nel luogo in cui, nel 1180, i Cavalieri del Tau di Altopascio stabilirono una mansione per la cura e la tutela dei pellegrini che attraverso la cosiddetta "Via Turonense" scendevano da Parigi per recarsi in visita alla tomba di San Giacomo Apostolo. Una lapide affissa all'esterno dell'edificio, infatti, ricorda con il simbolo della conchiglia che la chiesa è una tappa del Cammino di Santiago di Compostela.



La targa del Cammino di Santiago

Targa del Cammino di Santiago di Compostela



La piccola comunità di monaci mantenne il possesso della chiesa anche dopo il 1459, quando il papa Pio II soppresse l'Ordine. Caterina de' Medici decise, nel 1572, di assegnarla definitivamente ai monaci benedettini espulsi dall'abbazia di San Maglorio, che trasformarono l'antico ospedale in convento. Maglorio era un religioso di origini gallesi che divenne vescovo di Dol, città francese della Bretagna, prima di ritirarsi sull'isola di Serk dove rimase fino alla morte. Gli vennero attribuiti molti miracoli per cui venne dichiarato Santo. Dopo la morte, le sue reliquie vennero traslate a Parigi da Ugo Capeto in seguito all'invasione Normanna (nel 923) e vennero traslate all'interno dell'abbazia benedettina che gli venne dedicata. Dopo l'assegnazione al nuovo sito, le reliquie del Santo furono traslate al suo interno.



Interno della chiesa

Reliquario di San Maglorio

Interno della Chiesa di St-Jacques-du-Haut-Pas

Il reliquario di San Maglorio



Con il passare del tempo l'aumentare dei fedeli e il loro sempre maggiore afflusso all'interno della piccola cappella dell'ospedale cominciò ad infastidire i benedettini, che chiesero ed ottennero il permesso di costruire una nuova chiesa accanto al convento. I lavori ebbero luogo nel 1584, ma la prima costruzione si rivelò ancora insufficiente, e venne rimpiazzata dall'edificio che vediamo ancora oggi. I lavori per la sua ristrutturazione iniziarono nel 1630, quando Gastone d'Orleans, fratello di Luigi XIII, celebrò la posa della prima pietra. La chiesa venne inaugurata il 6 Aprile 1633 e la sua dedicazione, poiché esisteva già una chiesa dedicata a San Giacomo Maggiore (la non lontana Chiesa di Saint-Jacques-la-Boucherie, dove verrà sepolto l'alchimista Nicolas Flamel), venne attribuita a Giacomo il Maggiore e Filippo.






Contenuti del dossier


Parigi: il Vascello di Iside

I luoghi Templari

Il Pont-Neuf

La Cattedrale di Nôtre-Dame

La casa di Nicolas Flamel

La Chiesa di Saint-Jacques-du-Haut-Pas

La Chiesa di Saint-Sulpice

La Chiesa di Saint-Germain-des-Prés

La Chiesa di Saint-Séverin


Di prossima pubblicazione:

L'Axe Historique






Misteri d'Oltralpe